Uno sguardo libero e nuovo!

Parlerò senza biasimo degli uomini,

ma narrerò l’amore del mio dono.

Essi avevano occhi e non vedevano,

avevano le orecchie e non udivano,

somigliavano a immagini di sogno,

perduravano un tempo lungo e vago

e confuso, ignoravano le case

di mattoni, le opere del legno:

vivevano sotterra come labili

formiche, in grotte fonde, senza il sole…

Eschilo, Prometeo incatenato

 

Come faceva dire Eschilo a Prometeo, così stavano gli uomini in origine… E oggi, dinanzi ai tragici fatti che stanno sempre più innescando “una guerra mondiale fatta a pezzi” (come l’ha definita papa Francesco) noi uomini come stiamo? Forse non siamo cambiati granché rispetto a 2500 anni fa circa, quando per la prima volta venne rappresentata l’opera.

Se guardassimo i fatti per come realmente sono, comprenderemmo che probabilmente ci stanno spacciando per verità enormi bugie…
E forse noteremmo l’impreparazione e la malafede di chi si pone come guida politica dell’Occidente.
Per esempio le dichiarazioni di Obama sul jet russo abbattuto dai turchi e sulla vergognosa compravendita di petrolio venduto dall’Isis alla Turchia, ci dovrebbero far riflettere…
Se guardassimo i fatti per come sono realmente… Purtroppo non è semplice, anche a causa di un’informazione che diventa “propaganda” stile Guerra Fredda, e che pilota in modo strisciante e pervasivo l’opinione pubblica a favore degli interessi di potere dell’Occidente.
A tal proposito, chi in Europa e negli Stati Uniti critica la Russia per essere la patria della “politica di disinformazione”, costruendo una macchina propagandistica basata sull’interesse di parte, uccide poco alla volta la libertà dei media.
Apriamo gli occhi dunque, e iniziamo a osservare in modo critico i fatti e gli avvenimenti che ci circondano. Senza che siano gli altri a guardare e a decidere per noi.
Ritroviamo la nostra libertà di pensiero, non secondo i cliché conformisti del pensiero unico, interessati a mantenerci vincolati alla paura e al terrore. Rendendoci schiavi del consumo. Ribelliamoci e coltiviamo la nostra identità.

Uno sguardo che si proietti oltre le barriere ideologiche del pensiero unico. Uno sguardo verso l’altro, senza paura. Uno sguardo nella speranza. Uno sguardo libero e nuovo!

20140820_095021
Uno sguardo libero e nuovo…

 

Nutriamo il coraggio (io per primo…) di guardare al di là delle logiche di parte, dovunque esse si trovino. Assimileremo finalmente una “coscienza di popolo”, che aiuta a non restare barricati nei propri feudi o fortini, a difesa della propria idea. Vedremo con occhi nuovi, quelli della verità!

 

foto-alba-nel-deserto[2]
…alla ricerca della Verità del proprio cuore

Traggo queste considerazioni dall’articolo di Fulvio Scaglione su Famiglia Cristiana, “Per fortuna c’è l’impero del male!”. Un articolo che aiuta a guardare i fatti che ci circondano in modo libero. Ad occhi aperti.

http://www.famigliacristiana.it/articolo/per-fortuna-c-e-l-impero-del-male.aspx

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...